Condizionatore a rate senza busta paga: come acquistarlo?

Guida all’acquisto del climatizzatore a rate senza garanzie

Con il caldo dell’estate sembra che l’unico vero sollievo sia un condizionatore, che con la sua aria fresca fa dimenticare il clima quasi irrespirabile all’esterno. La casa diventa un vero e proprio rifugio, senza necessità di trovare metodi alternativi per rinfrescarsi e senza dover puntare addosso al proprio corpo il ventilatore alla massima velocità in cerca di refrigerio.

Non tutti, però, possono permettersi di installare questo macchinario nelle proprie case, soprattutto chi ha molte stanze e deve rinfrescare tutta la casa. Si ricorre allora al condizionatore portatile, con la conseguenza di poter rinfrescare una sola stanza della casa, effettuando comunque buchi nelle finestre o nel muro al fine di infilarvi il tubo che butterebbe fuori l’aria calda.

Una soluzione antiestetica e costosa per un prodotto che durerebbe solo qualche anno, e che comunque non darebbe la stessa cosa di un condizionatore normale dotato di split in ogni stanza.

Ecco, quindi, la necessità di acquistare un condizionatore a rate per poterlo pagare comodamente nel tempo e non dovervi rinunciare specie se ci si trova in una condizione economica precaria.

Anche chi si ritrova senza busta paga può acquistare un condizionatore pagandolo poco per volta mensilmente. Vi sono, infatti, tantissime soluzioni anche per disoccupati o per lavoratori atipici.

Potrebbe interessarti anche…

iPhone senza busta paga: dove e come acquistarlo a rate?

Materassi a rate senza busta paga: dove acquistarlo e come?

Finanziamento con busta paga a tempo determinato

Prestito tra parenti senza interessi: legge, contratto e accordi

Prestito senza controllo CRIF: è possibile? Ecco come fare

Prestito ipotecario senza reddito: che cos’è e come funziona?

Prestito cambializzato senza busta paga: come si può richiedere?

Mutuo senza busta paga: si può? Informazioni e richiesta

I vantaggi dell’acquisto di un condizionatore a rate

Purtroppo il carovita si fa sempre più sentire, e acquistare a rate, a volte, è necessario per poter accedere a beni e servizi a cui altrimenti bisognerebbe rinunciare.

Il climatizzatore è proprio uno di questi beni, che, non ritenuto necessario per la sopravvivenza, viene messo in secondo piano, e mai acquistato a causa delle troppe spese a cui bisogna far fronte ogni giorno. Eppure, un buon climatizzatore permette un po’ di refrigerio in estati calde, e di ottenere un po’ di calore con meno inquinamento in inverno.

Un buon climatizzatore, infatti, può essere utilizzato in ogni stagione, calda o fredda che sia, evitando, o comunque riducendo, l’utilizzo delle vecchie caldaie a gas. Permette quindi di ridurre la bolletta, risparmiando di conseguenza tantissimi soldi.

Ecco che il climatizzatore non è più una spesa da mettere da parte, ma necessaria per il proprio benessere, per il risparmio, e per il benessere ambientale.

Tuttavia, l’acquisto di un climatizzatore può comportare un esborso economico irrisorio, nel caso di modelli basici monosplit, o comunque dotati di due soli split, oppure di una spesa molto alta nel caso di acquisto di motori che controllano quattro o più split, soprattutto se di fascia alta. Nel primo caso, infatti, si parla di piccole cifre che partono dai 2000€ tutto incluso, e nel secondo di oltre 10.000€ tutto incluso.

Più la casa è grande, inoltre, più split potrebbero essere necessari per poter rinfrescare o riscaldare al meglio la propria casa.

In certi casi, quindi, il pagamento a rate potrebbe essere necessario, o comunque l’unica soluzione possibile. Da qui, nasce appunto l’esigenza di acquistarlo a rate, anche in assenza di busta paga, accedendo a prestiti agevolati, o comunque a servizi alternativi che permettono di dilazionare la spesa in piccole rate mensili.

Condizionatore a rate senza busta paga

Condizionatore a rate senza busta paga: si può? Ecco le soluzioni

Per poter acquistare un condizionatore a rate senza busta paga vi sono diverse soluzioni: richiedere un prestito personale alla banca o alla finanziaria, oppure aprire un finanziamento finalizzato con il venditore.

Nel caso di apertura del finanziamento tramite il venditore, è consigliabile rivolgersi in negozio per un preventivo, in modo da avere un quadro completo dei servizi da acquistare. Insieme al motore e agli split, infatti, potrebbe essere necessario richiedere il servizio di montaggio, eventuali staffe per appendere il motore, ed eventualmente l’intervento di un idraulico o di personale esperto per l’allacciamento delle tubazioni. Nel momento del preventivo, se segnalato, verrà già calcolata la spesa al netto degli interessi e il calcolo delle rate per il piano di rimborso. Va segnalato, comunque, che non tutti i venditori prevedono l’apertura di un finanziamento, ma magari permettono un piccolo dilazionamento della spesa suddiviso in: acconto, eventuale rata per l’acquisto dei materiali, saldo alla fine dei lavori.

Chi, invece, non ha intenzione di aprire un finanziamento finalizzato con il negozio, magari perché prevede altre spese e vuole unire le due cose, oppure perché vuole rivolgersi alla propria banca piuttosto che ad una finanziaria, può comunque richiedere un prestito personale. In quest’ultimo caso vi sono diverse soluzioni a cui si può accedere anche nel caso di assenza di busta paga.

È possibile, infatti, acquistare climatizzatori a rate senza busta paga avvalendosi di servizi di dilazione del credito per acquisti online, utilizzare carte di credito normali o revolving, oppure con prestiti alternativi come quelli su pegno o tra privati. Nel caso di dilazione della spesa, per servizi come PayPal e PagoDil non sono previsti interessi.

Il finanziamento con il venditore per l’acquisto di un climatizzatore a rate senza busta paga

Un climatizzatore multisplit può essere acquistato da un negozio specializzato, oppure da negozi di elettrodomestici ed elettronica, o ancora da negozi di fai da te, come Unieuro e Le Roy Merlin. Questi negozi, spesso, sono convenzionati con finanziarie come Findomestic, Compass, e simili, per poter offrire il servizio di pagamento rateale dell’intera spesa al proprio cliente.

Per esempio, Le Roy Merlin ha una convenzione con la finanziaria Findomestic, e permette ai suoi clienti di acquistare a rate i suoi prodotti, rendendoli quindi più accessibili. La cifra finanziabile comprende il servizio di montaggio, ed eventuali staffe per appendere il motore del condizionatore. Al momento del preventivo, è bene indicare l’intenzione di pagare l’elettrodomestico a rate, al fine di calcolare la rata mensile, e il tasso di interessi.

Climatizzatori a rate senza busta paga: richiedi un prestito personale o usa servizi di dilazione del credito

Si crede che acquistare un climatizzatore possa costare diverse migliaia di euro, tuttavia, se si trova l’offerta giusta presso il negozio di elettrodomestici di fiducia, è possibile avere anche un condizionatore con due split, staffe, montaggio e collegamento tubazioni per circa 2500€. Due split sono più che sufficienti per rinfrescare la zona notte, o comunque le stanze principali di un trilocale. Certo, il modello potrebbe essere di fascia medio – bassa, ma non per questo significa che non svolgerà il suo lavoro in maniera efficiente.

Si parla quindi di una cifra piuttosto irrisoria, che può essere richiesta con un finanziamento facile e veloce senza busta paga di piccola entità. Questi prestiti possono essere richiesti anche da chi è in pensione, dai lavoratori autonomi o atipici, da quelli stagionali, o dai disoccupati. L’importante è mostrare le dovute ed eventuali garanzie richieste dalla banca. La banca valuterà di conseguenza l’affidabilità della persona, ed approverà il prestito nel caso non dovesse riscontrare problemi. Nel caso di presenza di un garante, anche questo dovrà essere affidabile e non iscritto alla lista dei cattivi pagatori.

Sempre nella logica di trovare soluzioni alternative, specialmente se il venditore non ha alcuna convenzione con la finanziaria e non concede il pagamento rateale del climatizzatore, si può provare a pagare l’apparecchio con fido bancario, con carte revolving, o eventualmente, con servizi di dilazione del prezzo come PagoDil, PayPal, Klarna, e simili.

Acquistando, per esempio, dal sito di Le Roy Merlin, è possibile utilizzare come metodo di pagamento PayPal. Quest’ultimo, permette a sua volta di dilazionare la spesa in tre rate mensili, evitando così il tasso di interesse, applicato invece da una normale finanziaria. In questo modo, il cliente potrà acquistare il climatizzatore a rate e senza busta paga al prezzo originale, senza rincari vari, e senza dover pagare immediatamente in contanti.

La stessa cosa può essere fatta utilizzando una carta revolving, che permette di pagare il condizionatore poco per volta, inserendo, tuttavia, interessi sulla spesa. Quest’ultimo metodo viene accettato sia online, sia in negozio, e permette di aprire un piccolo finanziamento senza dover prendere accordi con il negozio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.